Di Renzo SRL impiega cookies di terze parti che consentono, a queste ultime, di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Notifica integratori alimentari

Registrare gli integratori

Attualmente, la commercializzazione di integratori alimentari è subordinata alla procedura di notifica, cioè alla trasmissione al Ministero della Salute del modello dell’etichetta impiegata per la commercializzazione; per uniformare le modalità della notifica è stata emanata la Circolare del Ministero della Salute 6 marzo 2008, n. 4075-P. Il Ministero mette a disposizione i  moduli da usare sia per le notifiche, sia per le variazioni.

Decorsi novanta giorni dalla data di ricevimento della notifica da parte del Ministero vale il principio del silenzio-assenso. In questi 90 giorni il Ministero, riscontrate mancanze o inesattezze nell’etichettatura, può richiedere all’azienda di apportare delle modifiche o di fornire delucidazioni e/o schede tecniche.

Gli integratori alimentari con etichettatura conforme alla normativa possono essere posti in commercio contestualmente alla notifica dell’etichetta al Ministero, eccetto quelli provenienti da paesi terzi, per i quali occorre attendere che siano decorsi i novanta giorni.
Gli integratori per i quali la procedura di registrazione si conclude positivamente vengono inseriti in un Registro pubblico in cui sono identificati anche con uno specifico codice numerico di autorizzazione.

Qualora il Ministero ritenga che il prodotto rappresenti un pericolo per la salute, ne dispone il ritiro dal commercio inviando la richiesta contestualmente all’Assessorato alla sanità territorialmente competente per gli opportuni accertamenti. L’impresa interessata è tenuta a dare tempestiva e formale assicurazione al Ministero di aver ottemperato a quanto prescritto.