Di Renzo SRL impiega cookies di terze parti che consentono, a queste ultime, di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

banner cphl 2017 francoforte

Autorizzazione all'immissione in commercio

Il commercio dei Pmc

Durante il periodo transitorio tra la normativa riguardante i PMC e quella sui biocidi, in particolare in attesa dell’inclusione di tutti i principi attivi nell’elenco dell’Unione, gli Stati membri continuano ad applicare le proprie legislazioni nazionali.

In Italia i presidi medico chirurgici possono essere immessi in commercio solo dopo preventiva registrazione presso il Ministero della Salute in base al D.P.R. n. 392 del 6 ottobre 1998 e al Provvedimento 5 febbraio 1999.

Possono essere autorizzati soltanto i presidi medico chirurgici contenenti sostanze attive in revisione per il tipo di prodotto (PT) specifico. I PMC contenenti principi attivi con attività biocida (che sono entrati a far parte dell’elenco dell’Unione), dovranno essere autorizzati come biocidi per poter essere mantenuti in commercio.

Ai fini dell’autorizzazione all’immissione in commercio come PMC è necessario presentare al Ministero della Salute e all’Istituto Superiore di Sanità la prevista documentazione.

A seguito della valutazione da parte di entrambe le Autorità, i presidi medico chirurgici così autorizzati riportano in etichetta la dicitura: "Presidio Medico Chirurgico" e "Registrazione del Ministero della Salute n. .....".