Principi attivi con azione biocida generati in-situ

La Commissione Europea, mediate l’emanazione di una nota informativa, ha lanciato un invito a tutte le aziende che lavorano, producono o commercializzano principi attivi con azione biocida generati in-situ a fornire informazioni dettagliate e precise su tali sostanze e sui loro precursori. Tali informazioni permetteranno all’ECHA (European Chemicals Agency) e alla Commissione europea di trovare le giuste soluzioni relativamente all’autorizzazione all’immissione in commercio di prodotti biocidi contenenti sostante attive generate in-situ, introdotti nell’ambito dei biocidi dal Regolamento (UE) n. 528/2012 e la cui commercializzazione è ancora oggi un tema spinoso e di difficile risoluzione.

La nota è indirizzata ad aziende che commercializzano o usano sostanze chimiche o specifiche strumentazioni, ad esempio per la disinfezione dell’aria, dell’acqua potabile, di piscine, di superfici e muri di ospedali, rientranti nella definizione di biocidi fornita dal Regolamento (UE) n. 528/2012.

L’Allegato I della nota contiene un formato consigliato per inviare le informazioni alla Commissione europea mentre l’Allegato II riporta esempi di sostanze attive con azione biocida generate in-situ e dei loro precursori.

Le aziende interessate sono pertanto invitate a presentare informazioni su tali principi attivi e sui loro precursori inviando una email alla Commissione europea (ENV-biocides@ec.europa.eu) entro il 31 Marzo 2014.