+390677209020 | +39 0267380552 info@direnzo.biz | sedemilano@direnzo.biz

Lingua

La produzione delle etichette per il settore alimentare

Stampa etichette alimentari

L’etichetta può davvero essere considerata il biglietto da visita dei prodotti.

Qualsiasi tipo di prodotto viene infatti presentato dalla sua etichetta che riporta le informazioni sul prodotto e che permette al consumatore di valutare il prodotto più adatto alle proprie esigenze facendo anche un paragone con altri prodotti dello stesso tipo, ma di diversa marca.

Quando ci si riferisce poi ai prodotti alimentari, l’etichetta assume forse anche un’importanza ancora maggiore in quanto per questi prodotti la scelta può essere determinata da fattori personali e più specifici in base alle esigenze del singolo consumatore.

Le etichette del mondo food sono a volte molto variegate e tendono sempre ad attirare l’attenzione del consumatore, inoltre le etichette per i prodotti alimentari destinati ai bambini o agli adolescenti sono poi molto colorate e accattivanti in modo da essere notate ancora più facilmente.

Informazioni obbligatorie e volontarie
Informazioni obbligatorie e volontarie

Informazioni minime obbligatorie in etichetta

In generale però, in accordo alla normativa, le etichette per alimenti devono riportare delle informazioni minime obbligatorie, ovvero: la denominazione dell’alimento, l’elenco degli ingredienti, la presenza di ingredienti che possono provocare allergie o intolleranze (tali ingredienti devono essere specificati anche nel caso in cui siano stati utilizzati nella fabbricazione o nella preparazione di un alimento e siano ancora presenti nel prodotto finito, anche se in forma alterata), la quantità di alcuni ingredienti o categorie di ingredienti, la quantità netta dell’alimento, il termine minimo di conservazione o la data di scadenza, le condizioni particolari di conservazione e/o le condizioni di impiego, il nome o la ragione sociale e l’indirizzo dell’operatore del settore alimentare (OSA) responsabile del prodotto, il Paese d’origine o il luogo di provenienza (nei casi previsti), le istruzioni per l’uso nel caso in cui il non riportarle rendesse difficile il corretto consumo dell’alimento, il titolo alcolimetrico volumico effettivo per le bevande che contengono più di 1,2% di alcol in volume e la dichiarazione nutrizionale.

Inoltre per specifici tipi o categorie di alimenti possono anche essere previste ulteriori indicazioni minime obbligatorie da riportare in etichetta.

Tutte queste informazioni dovranno essere ben leggibili, senza essere in alcun modo nascoste od oscurate, e facilmente individuabili da parte del consumatore.

Le informazioni volontarie e facoltative

A questo set di informazioni minime obbligatorie si aggiungono poi quelle volontarie e facoltative che le aziende possono decidere di riportare per meglio descrivere il prodotto o per fornire al consumatore ulteriori indicazioni e permettergli di fare una scelta più consapevole sulla base di una visione più ampia e dettagliata del prodotto.

Ovviamente tutto quanto riportato in etichetta deve essere vero e dimostrabile e il prodotto deve sempre essere presentato in modo obiettivo senza esagerarne le proprietà.

Risulta quindi evidente che la produzione delle etichette per il settore alimentare deve avvenire in modo preciso e accurato per garantire che tutte le informazioni siano chiaramente leggibili.

In fase di rilascio del lotto è necessario verificare anche la corretta etichettatura dell’alimento quindi la stampa delle etichette per alimenti non è una fase poco rilevante, ma rientra appieno nel processo produttivo del prodotto.

Apportare modifiche alle etichette alimentari

Purtroppo a volte può succedere di aver già etichettato un prodotto, ma poi si rende necessario modificare alcune informazioni oppure aggiungerne altre e questo diventa un problema per l’azienda sia a livello pratico sia dal punto di vista economico.

Allora una soluzione potrebbe essere quella di applicare degli adesivi sulle etichette per alimenti in modo da non dover ristampare nuovamente tutta l’etichetta, ma solo la parte da aggiungere e/o aggiornare.

Negli ultimi anni è anche cresciuta l’attenzione per la sostenibilità degli imballaggi e quindi anche delle etichette per alimenti. Sono sempre più numerose le aziende che cercano etichette alimentari da stampare che siano biodegradabili o con un basso impatto ambientale, ma che rimangano comunque ben applicate al prodotto e siano resistenti.

Etichettatura ambientale per gli alimenti
Etichettatura Ambientale

La produzione di etichette nel settore alimentare risulta essere un processo ancora più delicato quando l’etichetta è proprio a contatto con l’alimento; in questo caso è infatti possibile utilizzare soltanto materiali idonei, ovvero i cosiddetti MOCA (Materiale e Oggetti a Contatto con gli Alimenti).

Rimane quindi facoltà dell’azienda scegliere l’aspetto estetico dell’etichettatura (materiali lucidi oppure opachi, colori e disegni più o meno appariscenti e impostazione generale delle informazioni e dell’etichetta), ma devono sempre essere tenute in considerazione la normativa e le proprietà dell’alimento da etichettare.

Scritto da: Federica Montozzi

Foto di monicore da Pixabay